Numeri, obiettivi e speranze alla partenza della Cop21 di Parigi


Gianni Silvestrini

Il 30 novembre parte la 21a conferenza mondiale sul clima a Parigi in cui 181 paesi presenteranno i propri piani di contenimento delle emissioni, certamente non sufficienti per contenere l’aumento di temperatura globale sotto i 2,7 °C, ma che danno un primo segnale di un cammino negoziale di controllo delle emissioni.

Immagine Banner: 

La Conferenza sul clima di Parigi si è cautelata rispetto al rischio di un fallimento analogo a quello registrato a Copenaghen nel 2009, quando si era cercato senza successo di estendere lo sforzo di contenimento delle emissioni climalteranti a tutti i paesi del pianeta. Questa volta, infatti, è stata prevista l’individuazione di obiettivi climatici da parte dei singoli paesi prima dell’appuntamento delle Nazioni Unite, obbligando in questo modo a compiere uno sforzo di analisi e di proposte.

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta