Energia: il 17 seminario 'Ref-e' per un sistema piu' competitivo


(AGI) – Roma, 10 feb. – Fornire analisi concrete per riflettere sugli obiettivi e gli strumenti di un’efficace politica energetica per il prossimo decennio nella cornice delle scelte condivise in Europa: e’ l’obiettivo del seminario
“Energia e Competitivita'; orientarsi tra crisi, incentivi e riforme per l’industria”, promosso dal ‘Ref-e’ e in programma per il 17 febbraio a Roma. A questo scopo le relazioni propongono due prospettive complementari: un’analisi dell’evoluzione complessiva del sistema energetico in rapporto all’evoluzione dell’economia e delle possibili distorsioni che le diverse frammentate politiche realizzate in questi anni hanno comportato e un’analisi degli strumenti utilizzati per ridurre il costo dell’energia per le imprese energivore ed il loro impatto sul sistema economico.
Il costo dell’energia in Italia e’ come noto superiore a quello pagato dai consumatori degli altri paesi, cio’ e’ in gran parte dovuto alle scelte del mix energetico compiute dall’Italia nel passato recente e meno recente, ma anche alle decisioni in merito alla tassazione e all’entita’ dell’incentivazione concessa ad alcune fonti e alla modalita’ della loro copertura. Il peso del fattore energia sulla competitivita’ del paese va valutato pero’ non solo sul suo costo unitario ma anche sul suo fabbisogno per unita’ di prodotto. Complessivamente l’onere energetico per unita’ di PIL colloca l’Italia in posizione migliore rispetto a Germania e Francia, ad esempio.
Nel seminario si forniranno alcune evidenze e interpretazioni utili, pur senza la pretesa di essere conclusive, per orientare le risposte ad alcune domande che il recente andamento di alcuni indicatori e l’andamento prospettico circa l’evoluzione del sistema elettrico e del gas sollevano. Il seminario inoltre vuole proporre alcune riflessioni sui recenti cambiamenti normativi e regolatori che da un lato hanno riformato gli sconti e i benefici concessi agli energivori e dall’altro hanno redistribuito gli oneri tra i consumatori finali al fine di alleggerire le bollette della piccola e media industria. (AGI) Red

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta