Rinnovabili: Ft, Commissione Ue discute riduzione obiettivi 2030 (2)

Laboratorio Metrologico Ternano

Rinnovabili: Ft, Commissione Ue discute riduzione obiettivi 2030 (2)

15 Gennaio 2014 news 0

(AGI) Roma, 15 gen. – A battersi per la fissazione di target obbligatori e’ invece la Germania, che sta chiudendo i suoi reattori nucleari e ha quindi bisogno di puntare sulle energie alternative. Una proposta di compromesso che sarebbe in corso di discussione la fissazione di un obiettivo non vincolante del 27% di energia elettrica prodotta da rinnovabili. Per rendere credibile un obiettivo non vincolante, hanno spiegato le fonti, occorrerebbe pero’ un rafforzamento delle norme sull’efficienza delle reti, con target obbligatori sugli investimenti in infrastrutture innovative come le smart grid e una gestione migliore del ‘power-sharing’ transfrontaliero. A preoccupare e’ il crescente divario tra i prezzi dell’energia pagati in Europa e in Usa, dove – secondo dati della Commissione Ue – il boom dello shale ha abbattuto del 66% i costi del gas per le industrie dal 2005 al 2012, laddove nel vecchio continente si e’ assistito, nello stesso periodo, a un incremento del 35%. Secondo Londra, e’ opportuno concentrarsi piu’ sugli obiettivi di riduzione delle emissioni, raggiungibili anche puntando sull’efficienza, che su quelli relativi alla produzione di energie rinnovabili. A tale proposito, conclude il ‘Financial Times’, Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Spagna e Olanda concordano tutti su una riduzione delle emissioni di CO2 di almeno il 40% nel 2030 rispetto ai livelli del 1990. (AGI) Rme/Ila

Powered by WPeMatico

Lascia un commento

Translate »