VERIFICA IMPIANTI DI MESSA A TERRA, DI PROTEZIONE DALLE SCARICHE ATMOSFERICHE E DELLE TENSIONI DI PASSO E DI CONTATTO AI SENSI DEL DPR 462/01, CEI 81-1, CEI 11-1

LMT effettua verifiche di sicurezza elettrica di impianti elettrici civili, industriali e di impianti di produzione di energia elettrica (fotovoltaici, eolici, ecc).

Il DPR 462/01, pubblicato l’8 gennaio 2002 ed entrato in vigore il 23/01/2002, disciplina gli impianti elettrici realizzati nei luoghi di lavoro pubblici e privati previsti dal D. Lgs 81/2008.

Gli impianti di messa a terra e i dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche devono essere verificati ogni:

due anni nei cantieri edili, nei locali adibiti ad uso medico (ospedali, case di cura, centri estetici, ambulatori e studi medici) e nei luoghi a maggior rischio in caso d’incendio (ad es. attività soggette al Certificato di Prevenzione Incendi) definiti dalla CEI 64-8 sez. 751 ed in quelli classificati come “Luoghi con pericolo di esplosione”;

cinque anni negli altri casi.

Le sanzioni previste in caso di inadempienza agli obblighi di legge sono:

arresto fino a tre mesi o ammenda da € 258,23 a € 1.032,91 in caso di applicabilità dell’art.9 comma 2 DPR 462/01;

arresto da tre a sei mesi o ammenda da € 1.549,37 a € 4.131,66 in caso di applicabilità dell’art.32,35 del Dlgs 626/94.

La nostra azienda può contare su personale altamente qualificato ed effettua interventi su tutto il territorio nazionale (Isole comprese).

Lo svolgimento delle attività è articolato nelle seguenti fasi:

richiesta della documentazione preliminare (ad es. schemi elettrici, layout disposizione d’uso terra primaria, terra secondaria, apparecchiature e connessioni terra secondaria, eventuali vecchie relazioni di verifica);

sopralluogo, ove necessario, per la corretta pianificazione dell’attività;

verifica periodica/straordinaria in campo e rilievo dei parametri elettrici di prova;

analisi dei dati e redazione del certificato;

spedizione del verbale al cliente.

LMT, potendo contare su un sistema informatico di gestione ed archiviazione, provvederà a contattare il cliente in prossimità della scadenza del verbale di modifica.

Di seguito nel dettaglio alcune delle nostre attività riguardanti il DPR 462/01:

Misure di continuità elettrica;

Misura della resistenza di terra dei dispersori e dell’impedenza totale dell’anello di guasto;

Misura delle tensioni di passo e di contatto;

Verifica del funzionamento degli interruttori differenziali;

Misure della resistenza di terra a forti correnti impresse di oltre 50A su impianti in AT (Alta Tensione), 5A su impianti MT (Media Tensione);

Verifica dei collegamenti equipotenziali a 10°;

Verifica teorica della resistenza di terra di impianti in costruzione.