Smart grid del calore: a Bolzano si studia il teleriscaldamento del futuro


Al via all’Istituto per le Energie Rinnovabili dell’European Academy of Bozen la ricerca sulla tecnologia che consente di sfruttare calore di scarto da supermercati e industrie. Una sistema di teleriscaldamento a bassa temperatura che permetterà sia di riscaldare che di raffrescare gli edifici.

Una rete di teleriscaldamento e teleraffrescamento che lavora a temperatura ambiente — anziché intorno ai 90°C come avviene attualmente — permetterà in futuro di riscaldare o raffrescare gli edifici utilizzando energia distribuita a bassa temperatura e fornita da attività che solitamente rilasciano calore di scarto in atmosfera, come ad esempio, dalle macchine frigorifere di supermercati e magazzini frutta, e da diversi processi industriali.

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta