Shale gas, la polizia britannica contro l'"irresponsabile" IGas


Redazione Qualenergia.it

IGas aveva chiesto alla polizia di sgomberare i manifestanti che protestavano presso un suo sito produttivo nella Contea dello Cheshire, a Sud di Liverpool. Dopo tre settimane l’azienda ha deciso di abbandonare il sito perché meno promettente di quanto ipotizzato inizialmente. Ora rischia di pagare 200.000 sterline per danni.

La società inglese IGas, attiva nello sviluppo di progetti di fracking, è stata accusata di comportamento irresponsabile dalla polizia dello Cheshire, Contea a Sud di Liverpool (Regno Unito). L’accusa nasce dallo sgombero dei manifestanti dal sito IGas a Upton, compiuto dalla polizia a gennaio su richiesta dall’azienda. Lo sgombero si è rivelato inutile in quanto la società ha successivamente annunciato un piano per abbandonare definitivamente il sito.

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com