Rinnovabili: Res4Med, sviluppo in Egitto opportunita' per Italia


(AGI) – Roma, 20 apr. – L’Egitto attraversa una fase di transizione politica e sociale aggravata da persistenti crisi energetiche. La rapida crescita dei consumi di energia – un mercato interno di quasi 90 milioni di consumatori, caratterizzato nell’ultimo decennio da un tasso di crescita annuo della domanda elettrica pari al 7% – ha creato una pressione insostenibile sui conti pubblici, portando il governo egiziano a riconsiderare le politiche di sussidio ai prezzi energetici.
Per rispondere alla cronica carenza di elettricita’ e alle previsioni di crescita dei consumi elettrici, stando alle stime presentate al convegno, il Paese avrebbe bisogno di installare una capacita’ addizionale di generazione di 13 GW in soli 5 anni, non potendo piu’ contare, come in passato, sul gas naturale e sui prodotti petroliferi, a causa del calo della produzione domestica di petrolio e di gas e per la diminuzione delle importazioni.
I responsabili della politica energetica egiziana intervenuti hanno presentato il piano di sviluppo delle energie rinnovabili, che prevede numerosi meccanismi volti ad attirare gli investimenti, stimati in almeno 10 miliardi di dollari al 2020; in particolare e’ stato illustrato in dettaglio un piano di tariffe incentivanti – feed-in tariff – recentemente introdotte per favorire l’installazione di almeno 2,3 GW di energia solare e 2 GW di eolico entro il 2017, per centrare l’obiettivo al 2020 del governo egiziano di produrre almeno il 20% di energia elettrica da fonti rinnovabili. (AGI)
Gin Gin (Segue)

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta