RINNOVABILI: GSE, IN TURCHIA OPPORTUNITA' DI INVESTIMENTO (2)


(AGI) – Roma, 30 gen. – “Questo confronto tra la Turchia e il nostro Paese, pensato con l’Agenzia ICE e il World Energy Council, mette a sistema le due realta’ con l’obiettivo di portare benefici congiunti sia sul piano energetico che sotto l’aspetto dell’innovazione tecnologica ed economicooccupazionale”, ha dichiarato il presidente e amministratore delegato del GSE Nando Pasquali. “A tal proposito, sono lieto di ricordare che lo sviluppo delle rinnovabili in Italia ha portato alla nascita di una filiera nazionale che il GSE promuove e valorizza attraverso il progetto ‘Corrente’, patrocinato sin dal 2010 dal Ministero dello Sviluppo Economico.”
“Il continuo sviluppo economico della Turchia in termini di crescita annuale del PIL – ha detto l’Ambasciatore di Turchia in Italia S.E. Hakki Akil – contribuisce al progressivo incremento della domanda di energia nazionale. Data la dipendenza della Turchia dall’importazione di fonti fossili, gas naturale in particolare, si conferma prioritario sviluppare la produzione di energia da fonti rinnovabili, perseguendo cosi’ gli obiettivi specifici fissati al 2023 con il coinvolgimento di investitori esteri in progetti sostenibili.”
Il progetto ‘Corrente’, che a fine 2012 conta oltre 1.700 imprese aderenti per un fatturato complessivo di circa 25 miliardi di euro, e’ lo strumento ad adesione volontaria e gratuita che aggrega e promuove in maniera sistemica la filiera italiana delle rinnovabili e dell’efficienza energetica, rafforzando la cooperazione tra pmi e i centri di ricerca e valorizzando il Made in Italy di settore. (AGI) Red/Ccc

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta