RINNOVABILI: CONSORZIO BIOGAS, GOVERNO VI PUNTI PER CRESCITA (2)


(AGI) – Roma, 10 mag. – “Servono regole certe e stabili – continua Gattoni – facilmente applicabili per favorire lo sviluppo del “Biogas fatto bene’, che e’ in grado di produrre lavoro italiano, anche attraverso l’esportazione delle nostre migliori tecnologie, contribuire all’indipendenza energetica del paese, differenziare il reddito del sistema agroindustriale e produrre benefici ambientali”.
Negli ultimi tre anni le imprese italiane, per lo piu’ agricole, hanno investito piu’ di tre miliardi di euro, rendendo l’industria italiana del biogas la seconda in Europa per dimensioni, seconda soltanto alla Germania. Con il biogas l’Italia potrebbe raddoppiare l’attuale produzione interna di gas naturale, facendo cosi’ risparmiare 1,5 miliardi all’anno in termini di riduzione delle importazioni di gas naturale e biocarburanti. L’integrazione fra produzione di biogas e le attivita’ dell’azienda agricola, assunto fondamentale del concetto di ‘Biogas fatto bene’, produce un sostanziale incremento del reddito aziendale e potenzialmente una crescita del 5 per cento del Pil agricolo attuale. (AGI) Rme/Ila

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta