Polo industriale e centrale a carbone di Brindisi: un'idea di sviluppo che non funziona

Centrale-carbone-Cerano-Enel

Stefano Alparone

Le esternalità legate al polo industriale di Brindisi e alla centrale Enel a carbone di Cerano devono rimettere al centro delle politiche industriali un aspetto fondamentale per alcune grandi opere: perché per il territorio il saldo è spesso negativo in termini ambientali, sanitari e, nel complesso, anche per ricaduta economica e occupazionale?

Immagine Banner: 

Quando si sceglie di assegnare ad un territorio un indirizzo economico e quindi di sviluppo, sarebbe opportuno fissare, sulla time line di tale scelta, degli step cadenzati per valutarne l’effettiva efficacia.

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
OFF

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta