Minieolico in Italia: come si organizza la crescita


Giulio Meneghello

Anche nel 2014 prosegue l’accelerazione del minieolico italiano: l’installato annuale stimato è di 15-20 MW. Ormai sono decine anche i produttori nazionali di turbine. Il settore sta cercando di risolvere il problema dell’accesso al credito. Ne parliamo con Carlo Buonfrate, presidente del CPEM, il Consorzio Produttori di Energia da Minieolico.

Tra le tecnologie più favorite dalla riforma degli incentivi arrivata con il decreto del 6 luglio 2012, il minieolico negli ultimi anni ha vissuto una stagione positiva: circa due terzi della potenza totale sono stati installati nel 2013 e nel 2014 e in Italia sono nate alcune decine di aziende che producono turbine eoliche di piccola taglia. Per questa fonte i problemi però sono mai mancati: primo fra tutti quello dell’accesso al credito.

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta