Maccaferri:con RadiciGroup produce fili d'acciaio senza inquinare


(AGI) – Roma, 27 ago. – Si chiama LIFE-Inno.Pro.Wire ed e’ un progetto pilota, interamente Made in Italy, nato dalla partnership tra il Gruppo Industriale Maccaferri (attraverso Officine Maccaferri e SAMP, due delle sue sub-holding) e RadiciGroup (con Radici Novacips SpA). Il progetto, che ha ottenuto il finanziamento di 3 anni della Commissione europea nell’ambito del programma LIFE+ (lo strumento finanziario europeo dedicato all’ambiente) ha come obiettivo la creazione di un processo innovativo, e di minore impatto sull’ambiente, per la produzione di fili d’acciaio estrusi utilizzati per la realizzazione di strutture protettive e di contenimento in rete metallica.
Alla base del progetto, l’utilizzo di poliammide 6 (come alternativa al PVC) per il rivestimento dei fili, garantendo migliori prestazioni sia tecniche sia ecologiche, non solo in fase di lavorazione ma anche in fase di smaltimento a fine vita dei gabbioni. Infatti, il tradizionale processo, che prevede che i fili d’acciaio vengano protetti da una copertura zincata e successivamente rivestiti in PVC, e’ estremamente energivoro e altamente inquinante, a causa della formazione di vapori di acido cloridrico durante la fusione. In particolare, grazie all’intuizione di Officine Maccaferri – leader mondiale nella ricerca, progettazione e realizzazione di soluzioni avanzate legate al mercato dell’ingegneria ambientale civile – verra’ eliminata la fase di zincatura. (AGI) Red/Ccc

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta