La Gran Bretagna frena bruscamente sul CCS

Giulio Meneghello

Cancellata la gara da un miliardo di sterline per progetti di cattura e sequestro della CO2 su scala commerciale. Dopo aver annunciato di voler chiudere con il carbone, Londra punta sempre di più su nucleare e gas, ma la CCS resta comunque incentivata, forse presto anche su centrali esistenti. I problemi della tecnologia.

Immagine Banner: 

Dopo aver annunciato di voler chiudere entro il 2025 tutte le centrali a carbone che non siano dotate di tecnologia per la cattura della CO2, il governo britannico frena all’improvviso proprio sulla CCS. In una nota (allegato in basso) diffusa ieri il DECC, Department of Energy & Climate Change, ha annunciato la cancellazione della gara che offriva un miliardo di sterline a progetti per arrivare alla commercializzazione di tecnologie per la cattura e il sequestro del gas serra climalterante.

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta