Italia-Cuba: Confindustria, grandi prospettive per rinnovabili


(AGI) – L’Avana, 7 lug. – Grandi potenzialita’ si prospettano a Cuba per il settore delle energie rinnovabili. Ne e’ convinta la presidente del Comitato tecnico per l’internazionalizzazione di Confindutria, Licia Mattioli, che all’Avana ha incontrato con la delegazione italiana il ministro dell’Energia e miniere cubano Alfredo Lopez Valdes. Attualmente, Cuba ottiene oltre il 95% dell’energia consumata da combustibili fossili e solo il 4,3% da fonti rinnovabili. Il governo cubano – ha rifererito Mattioli – vuole portare le rinnovabili dal 4 al 24%, con l’installazione di 2.144 megawatt; di questi, 633 dall’eolico, 755 dall’elettrico, 700 dal fotovoltaico, 56 dall’idroelettrico e il restante dalle biomasse. In questo contesto – ha spiegato il vicemnistro allo Sviluppo economico Claudio Calenda – la missione italiana a Cuba ha portato tra gli altri il progetto di Enel Green Power per due parchi eolici. (AGI) Ing

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta