Industria: Ue studia compensazioni per settori energivori (2)


(AGI) – Bruxelles, 9 ott. – I sussidi sarebbero comunque “limitati nel tempo” e si dovrebbero basare “su schemi di protezione decrescenti,” secondo quanto ha detto oggi il commissario Ue alla concorrenza Joaquin Almunia riferendo delle prime conclusioni di un dibattito interno alla Commissione svoltosi ieri a Strasburgo. Almunia ha sottolineato che resta da stabilire “quanto sia lunga o corta” la lista dei settori che potrebbero beneficiare delle facilitazioni. L’Italia e’ tra i primi paesi Ue a richiedere queste misure compensatorie, soprattutto per settori che patiscono di piu’ gli alti costi energetici, come le costruzioni, la chimica o la siderurgia. (AGI) Bxy/Ila

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta