Il Conto Termico 2.0 inciampa nella Stato-Regioni: previsti altri ritardi


Redazione Qualenergia.it

L’intesa della Conferenza Stato-Regioni è data solo a una condizione che difficilmente sarà accolta dal Ministero dello Sviluppo Economico. Si va verso un braccio di ferro che con ogni probabilità allungherà il tempi del decreto sul nuovo Conto Termico, già in ritardo di quasi un anno.

Immagine Banner: 

La Conferenza Unificata delle Regioni e Provincie autonome ha esaminato il nuovo Conto Termico, ma ha dato la sua intesa solo a condizione che venga fatta una modifica sulla quale non sembra sarà facile trovare un accordo con il MiSE.

Dovremo dunque con ogni probabilità aspettare ancora prima dell’entrata in vigore dell’attesa versione 2.0 del Conto Termico, che contiene semplificazioni e novità che dovrebbero rendere più attraente l’incentivo fino ad ora sottoutilizzato

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta