Free, ecco le proposte per cambiare il taglia-bollette


Non trattare chi autoproduce con le rinnovabili alla pari di chi inquina, non fare pagare agli operatori gli oneri per i controlli GSE e, soprattutto, cancellare lo spalma-incentivi: le modifiche al decreto Competività proposte dal coordinamento delle associazioni delle rinnovabili e dell’efficienza energetica.

Free, il Coordinamento che raggruppa circa 30 associazioni del settore energie rinnovabili ed efficienza energetica, ha proposto in questi giorni una serie di modifiche al Decreto 91/2014 (qui testo e sintesi) che contiene, tra l’altro, il pacchetto taglia-bollette e il famigerato spalma-incentivi, e che in queste ore è al vaglio del Senato per la conversione in Legge.

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta