Fotovoltaico, la cella che si raffredda da sola e produce di più e più a lungo


Redazione Qualenergia.it

Grazie alle nanotecnologie, un’innovazione promette di superare uno dei maggiori ostacoli per avere celle fotovoltaiche più efficienti e durevoli: garantirne il raffreddamento.

Un sottile strato di vetro con una struttura particolare, fatta a piramidi e coni di dimensioni nanometriche, che consente alle celle fotovoltaiche di raffreddarsi da sole, migliorando nettamente le prestazioni sia in quanto ad efficienza che in quanto a vita utile. E’ questa la soluzione cui sta lavorando un team di ricercatori diretto della Stanford University e che viene illustrata in un articolo uscito su Optica (vedi allegato in basso).

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com