Fotovoltaico e catasto, scambio sul posto e spalma-incentivi, novità dalla Camera


Redazione Qualenergia.it

Novità tra gli emendamenti al ddl di conversione del decreto Competitività 91/2014 approvati dal Commissioni riunite: sale a 500 kW la soglia di potenza per accedere allo scambio sul posto e si esonerano dal pagamento degli oneri di sistema gli impianti sotto ai 20 kW. Si interviene anche sulla questione fisco e catasto. Ritocchi allo spalma-incentivi.

Novità positive per il fotovoltaico su tetto e l’autoconsumo dalle Commissioni Ambiente e Attività produttive della Camera, che venerdì hanno votato gli emendamenti al ddl di conversione in legge del decreto 91/ 2014 “Competitività”, che contiene il pacchetto taglia-bollette: si alza il limite dello scambio sul posto, si esonerano dal pagamento degli oneri di sistema sull’energia autoconsumata gli impianti più piccoli e si mette una toppa alle disposizioni dell’Agenzia delle Entrate su fotovoltaico e rendite catastali.

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta