Energia: sindacati, 22 aprile sciopero nazionale gruppo E.On (2)


(AGI) – Roma, 15 apr. – Ad oltre due mesi dall’incontro al ministero dello Sviluppo Economico, fanno notare i sindacati, va stigmatizzato il notevole ritardo della societa’ tedesca che ha dichiarato di non essere ancora nelle condizioni di poter sottoscrivere un accordo con i sindacati finalizzato alla piena tutela occupazionale, normativa ed economica per tutti i 940 lavoratori e lavoratrici del Gruppo.
E il 10 aprile scorso, dicono Filctem-Cgil, Femca e Flaei-Cisl, Uiltec-Uil, E.On. si e’ presentata al tavolo senza nemmeno delineare un percorso chiaro, soprattutto alla luce delle nuove norme previste dal jobs act, sulle modalita’ attraverso le quali effettuare il passaggio dei lavoratori alle potenziali societa’ acquirenti. Intanto il 1. maggio, data nella quale avverra’ il passaggio delle attivita’ gas e carbone al gruppo energetico ceco ‘Eph’, si avvicina inesorabilmente.
Come si ricordera’, l’11 gennaio scorso E.On. aveva dato il via libera ufficiale alla vendita attraverso uno ‘spezzatino’ delle sue attivita’ in Italia: il gruppo tedesco aveva comunicato al mercato la cessione degli asset di generazione elettrica a carbone (600 Mw) e a gas (6 centrali per quasi 4 Gw) ai cechi di ‘Eph’. (AGI) Red/Ccc

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta