Energia: primo incontro tecnico Anev-GSE sul mini eolico (2)


(AGI) – Roma, 20 mar. – Il documento completo relativo alle criticita’ del settore mini eolico e’ stato presentato durante il tavolo tecnico ed e’ stato esaminato dal GSE che, pur avendo gia’ in parte dato riscontro positivo, presto fara’ avere risposte dettagliato su tutti gli aspetti sottoposti alla sua attenzione. Particolare premura si sta ponendo per un settore, quello mini eolico, che rappresenta oggi una realta’ importante dell’intero comprato eolico e che si prevede crescera’ ancora in futuro.
Per quanto riguarda i meccanismi delle aste,’Anev ha individuato dei correttivi volti a migliorare le procedure d’asta per l’assegnazione degli incentivi agli impianti eolici, affinche’ si garantisca la realizzabilita’ dei progetti, l’ affidabilita’ dei proponenti, l’irretroattivita’ delle modifiche introdotte, il contenimento del rischio di possibili contenziosi. In sintesi, i principi correttivi individuati dall’Associazione e sottoposti all’esame del GSE sono: maggiori certezze delle fideiussioni; controlli puntuali sui requisiti di partecipazione alle aste effettuati/finalizzati dal GSE prima della pubblicazione della lista dei soggetti aggiudicatari, per favorire la “bancabilita'” e la realizzazione dei progetti; anticipazione dei contingenti non assegnati (es. eolico off-shore) e/o rinunciati; aumento del coefficiente/moltiplicatore della componente incentivo nel caso di interventi di rifacimento totale e parziale e di integrali ricostruzioni, con il vantaggio, soprattutto da punto di vista ambientale, di ottenere un potenziamento del parco macchine sullo stesso sito senza modificarlo; integrare la definizione di intervento di rifacimento. Questi gli aspetti piu’ importanti rappresentati al GSE, perche’ venga garantita maggiore stabilita’ al settore eolico e venga ridotto al minimo il rischio di contenzioso con le aziende. (AGI) Red

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta