Energia: Politecnico Torino nel Siebel Inst. sulla smart energy (2)


(AGI) – Roma, 4 ago. – L’Istituto si propone inoltre di rafforzare ulteriormente il legame tra gli enti di ricerca coinvolti anche nel settore della formazione, istituendo una rete tra le Scuole di Dottorato che vedra’ anche il finanziamento di borse di studio e progetti comuni.
“Per il Politecnico, essere parte del Siebel Energy Institute e’ una grande opportunita'”, commenta il Rettore Marco Gilli, in California per l’inaugurazione del centro: “Siamo infatti onorati di condividere con istituti di prim’ordine a livello mondiale questa sfida per la smart energy, tematica di ricerca che richiede di sviluppare un approccio interdisciplinare, che integri competenze avanzate nell’ambito delle Scienze e Tecnologie dell’Informazione (Big data, Machine learning, Internet of Things) e dei Sistemi energetici. L’Istituto sara’ supportato da un Advisory Board, che include gia’ alcune aziende leader nel settore dell’energia e che si auspica di estendere ai principali partner industriali degli Atenei membri del consorzio. Ne risultera’ una prestigiosa rete internazionale con partner accademici e industriali all’interno della quale sara’ possibile promuovere e sviluppare qualificati progetti di ricerca collaborativa, confrontarsi costantemente con i migliori ricercatori al mondo in questo settore emergente ed insieme valorizzare le nostre strutture di ricerca e trasferimento tecnologico, in primis il costituendo Energy Center del Politecnico.
Ringrazio Michela Meo, che il Board del Siebel Energy Institute ha designato referente del programma e Campus Director del nostro Ateneo e Mauro Poggio, che da UC Berkeley ha seguito il processo di costituzione dell’Istituto. Esprimo inoltre la mia gratitudine per il prezioso supporto fornito dal Consolato italiano a San Francisco, ed in particolare dal Console Generale Mauro Battocchi e dall’Addetto scientifico Massimo Maresca”. (AGI) Red/Ccc

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta