ENERGIA: NOVITA’ SU CATALIZZATORI PER CELLE A COMBUSTIBILE (2)


(AGI) – Venezia, 22 ott. – “Siamo riusciti, attraverso analisi con un particolare microscopio che consente di vedere i singoli atomi – spiega il professor Sambi – a determinare come funzionano i catalizzatori, osservando in tempo reale le molecole ‘al lavoro’ mentre promuovono la reazione che coinvolge l’ossigeno. Abbiamo anche dimostrato che l’efficienza catalitica della singola molecola dipende in maniera sensibilissima ma pienamente compresa e riproducibile dalla sua posizione sul supporto solido sul quale essa risiede.
“Abbiamo cosi’ imparato che e’ possibile “costringere” le molecole di catalizzatore a occupare una ben determinata posizione, con una precisione del decimilionesimo di millimetro: questo ci permette di ‘accendere’ o ‘spegnere’ in modo controllato la loro attivita’ catalitica”.
La ricerca, che potra’ avere importanti ricadute in diversi settori che riguardano non solo la produzione di energia, ma anche i magneti molecolari e i processi biologici coinvolti nella respirazione e nella fotosintesi, e’ state resa possibile anche grazie ai fondi erogati dell’Universita’ di Padova nell’ambito del Progetto Strategico di Ateneo Helios. (AGI) Ve1/Ccc

Lascia una risposta