Energia: Ises, nuovo direttivo: AssoRinnovabili si associa


(AGI) – Roma, 11 lug. – Eletto dall’assemblea dei soci il nuovo consiglio direttivo dell’associazione Ises Italia, che e’ composto da: Andrea Bertolazzi, Anna De Lillo, Salvatore Grasso, Giampiero Joime, Pino Noviello, Federico Rossi, Paolo Tabarelli, Simone Togni, Roberto Vigotti, G. B. Zorzoli e Umberto Di Matteo. Revisori dei conti: Carocci, Ottaviani e Vinditti. Contestualmente, e’ stato approvato il bilancio 2013 e il previsionale 2014. l’assemblea ha accolto con piacere la scelta di AssoRinnovabili, che ha voluto iscriversi come nuovo associato di Ises Italia. Nella prossima riunione del Consiglio, che si terra’ entro la fine di luglio, sara’ eletto il presidente di Ises Italia. L’attuale vertice, Umberto Di Matteo, rinnova la propria candidatura a portare avanti il rilancio dell’associazione sui pilastri consolidati negli ultimi mesi: formazione, informazione, creazione di un centro studi e divulgazione.
“Si apre una stagione di nuove sfide per Ises – spiega il presidente Di Matteo – cosi’ come per il comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica, che noi affronteremo portando avanti i tre assi di sviluppo che abbiamo delineato quali ricerca, informazione e formazione, per mezzo di: un centro studi qualificato e indipendente su energia e rinnovabili utile a imprese, associazioni ed enti; una maggiore attivita’ di comunicazione tecnica e anche divulgativa che favorisca il consolidamento di una cultura della sostenibilita'; il rafforzamento della formazione d’eccellenza che offra al mercato professionalita’ in grado di garantire la transizione”.
“In un periodo di forte riorganizzazione del sistema energetico nazionale ed europeo, in cui rinnovabili ed efficienza piu’ di tutti ricevono spinte al cambiamento, il sistema della rappresentanza associativa e’ chiamato a impegnarsi per far si’ che il mutamento possa essere un’occasione di ulteriore sviluppo utile al Paese e non un dannoso passo indietro. In questo scenario Ises Italia, che e’ la piu’ antica associazione sulle rinnovabili, si pone come soggetto rappresentativo indipendente e dall’alto impegno nel campo dell’approfondimento scientifico a favore della crescita del comparto e della migliore comprensione delle sue opportunita’ da parte di societa’ civile e rappresentanza istituzionale”, conclude Di Matteo. (AGI) Red

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta