Energia: Enea, Italia ha raggiunto 65% obiettivi efficienza 2016 (2)


(AGI) – Roma, 10 ott. – “Gli strumenti di incentivazione messi in atto dal governo italiano per l’efficienza energetica hanno permesso al Paese di risparmiare a fine 2012 80 mila gigawatt/ora di consumi annui”, ha affermato il relatore del convegno, Rino Romani, Responsabile dell’Unita’ Tecnica dell’Efficienza Energetica dell’Enea, che ha organizzato 17 convegni durante Smart Energy Expo.
“Oggi spingersi oltre i requisiti minimi conviene anche dal punto di vista economico perche’ il costo globale dell’edificio si ammortizza in meno di trent’anni”, ha dichiarato invece, durante un seminario, Francesco Madonna, ricercatore di RSE- Ricerca Sistema Energetico, ente che ha organizzato nelle tre giornate di manifestazione 9 convegni. Madonna, che fa parte di un gruppo di lavoro istituito dal ministero delle Sviluppo Economico, ha illustrato, descrivendone l’applicazione al caso italiano, una sintesi generale della metodologia comparativa per il calcolo dei livelli ottimali di efficienza energetica in funzione dei costi, da utilizzare per individuare i requisiti minimi di prestazione per gli edifici e per gli elementi edilizi. Questa metodologia deve essere applicata dagli Stati Membri per effettuare un confronto con i requisiti vigenti e, in futuro, per gli aggiornamenti di tali requisiti. (AGI) Rme/Pit

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta