Energia: consorzio Biogas presenta 'manifesto di Torviscosa' (3)


(AGI) – Roma, 8 nov. – “Il digestore di un’azienda agricola – sostiene Piero Gattoni, presidente del Cib – puo’ essere inteso come una piccola bioraffineria, una piattaforma tecnologica in grado di diversificare gli sbocchi di mercato delle aziende agricole che potranno produrre al contempo cibo, energia e biomateriali (energia elettrica e termica in cogenerazione, biometano per il settore dei trasporti, fertilizzanti e bioplastiche) in una prospettiva futura di autosufficienza dagli incentivi secondo i criteri di sostenibilita’ teorizzati dal “Biogas Fatto Bene””.
Attualmente il settore del Biogas italiano conta mille impianti per una potenza installata di circa 770 Mw (terzo al mondo dopo Cina e Germania) e una produzione di 2 miliardi di metri cubi di gas equivalenti, pari ai 1 terzo della produzione nazionale di gas naturale. Le prospettive di crescita al 2020, stimate da Althesys nell’annuale rapporto Irex nell’ipotesi piu’ prudente, prevedono a fronte di 1,3 miliardi di incentivi un ritorno economico sul sistema Paese stimabile di 3,2 miliardi di euro. (AGI) Rme/Ila

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta