Energia: 2.700 comuni firmatari, Italia guida 'Patto dei sindaci' (2)


(AGI) – Roma, 3 mar. – Fra i partecipanti, si legge in una nota dell’Enea, i rappresentanti di Parigi, Francoforte, Varsavia, Saragozza, Bristol, Sofia, Lubiana e, per l’Italia, i sindaci di Firenze, Dario Nardella, di Torino, Pietro Fassino e il Commissario Enea Federico Testa. La tavola rotonda e’ nata come spazio di dialogo e di confronto con i principali stakeholder coinvolti nel percorso per rendere le citta’ e le comunita’ “intelligenti”. Tre i temi conduttori: smart cities, efficienza energetica negli edifici e il Patto dei sindaci.
“Come Coordinatore Nazionale del Patto dei Sindaci e protagonista di diversi programmi e azioni per le smart cities, l’Enea si configura come soggetto di riferimento per raccordare Enti Locali, imprese e mondo della ricerca”, ha sottolineato nel suo intervento Federico Testa, “il percorso verso citta’ ‘intelligenti’ richiede investimenti, scelte politiche e strategie per sviluppare tecnologie innovative basate su sinergie tra Pubblica Amministrazione, filiere industriali e sistema della ricerca”. “L’ Enea e’ al lavoro per mettere a punto standard comuni, linee guida e procedure utili alle amministrazioni pubbliche, da adattare poi alle diverse realta’ locali”, ha sottolineato ancora”, Testa. Dai lavori, prosegue la nota, e’ emerso che il Patto dei Sindaci e’ sempre piu’ un elemento centrale della politica europea per la sostenibilita’ nel settore energetico e che l’Italia guida la classifica delle adesioni: degli oltre 5.714 Enti Locali firmatari, oltre la meta’ sono italiani. Inoltre, piu’ di 2.400 Comuni italiani si sono gia’ dotati del ‘Paes’, il Piano d’azione per l’energia sostenibile e stanno sviluppando i piani operativi e le azioni necessarie per dare seguito alle iniziative previste. (AGI) Rme/Mau

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta