Enel: 11 GW di termoelettrico da chiudere e sperimentazione su dispacciabilità da rinnovabili


Redazione Qualenergia.it

Causa overcapacity, calo della domanda e concorrenza delle rinnovabili, Enel potrebbe chiudere o riconvertire 23 centrali termoelettriche alimentate a fonti fossili. Tra le idee dell’azienda anche quella di far entrare le rinnovabili nel mercato del dispacciamento. Dall’audizione al Senato dell’a.d. Enel, Francesco Starace, arrivano segnali di cambiamento.

Immagine Banner: 

È di 11 GW la potenza delle centrali termoelettriche da pensionare o riconvertire a rinnovabili e progetti interessanti per far entrare le fonti pulite nel mercato del dispacciamento: Enel sembra essersi finalmente resa conto della necessità di adattarsi ad un sistema elettrico in fase di cambiamento. È quanto emerge dall’audizione dell’ a.d. Francesco Starace alla Commissione Industria del Senato tenutasi ieri pomeriggio (slide in allegato in basso).

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta