Eclissi e distacco del fotovoltaico, questione tecnica o propaganda anti-rinnovabili?

Leonardo Berlen

L’eclissi della mattina del 20 marzo ha spinto Terna e i distributori a chiedere il distacco per 24 ore degli impianti FV per non causare problemi alla stabilità della rete elettrica nazionale. Per molti il fenomeno è assolutamente gestibile. In nessun paese si è avuta una simile richiesta, nemmeno in Germania, dove c’è il doppio di potenza FV rispetto all’Italia e l’eclissi sarà più intensa.

Immagine Banner: 

Un’eclissi solare, per giunta parziale, riporta a pensieri ancestrali, ma stavolta con un tocco di emergenza tecnologica. Da qualche giorno (sottolineiamo, solo qualche giorno) si parla di rischi seri per la rete elettrica a causa dell’eclissi che avremo in Europa il 20 marzo mattina. In particolare in Italia, dove la osserveremo dalle 9,15 fino alle 11,30 circa, sarà più intensa al Nord (65-67% del disco solare), e meno al sud (circa il 40%). Una minaccia reale per il nostro sistema elettrico?

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta