Dccreto rinnovabili non FV, troppi vuoti e contraddizioni


Alessandro Visalli

Da norme su registri e aste a regole per l’idroelettrico, vari aspetti del decreto, uscito dalla Conferenza Unificata e ora all’esame della Commissione UE, lasciano perplessi. Il governo sembra giudicare non strategiche le fonti rinnovabili. Una nota di Alessandro Visalli del Coordinamento FREE.

Immagine Banner: 

Mentre è partita la Cop21 e il nostro governo annuncia al “Forum QualeEnergia?” ‘posizioni avanzate’, il Ministero dello Sviluppo Economico risulta abbia inviato a Bruxelles, per il completamento della procedura di adozione, una bozza di Decreto (vedi QualEnergia.it) per dare continuità agli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile (pur con qualche discutibile “inserto”

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta