Boeing: tra aziende leader nella trasparenza ambientale (2)

(AGI) – Roma, 26 set. – “Anno dopo anno abbiamo realizzato miglioramenti ambientali tangibili attraverso le azioni dei nostri attivi dipendenti”, ha dichiarato Kim Smith, vice president, Environment, Health and Safety di Boeing. “E’ bello vedere come questo progresso si rifletta nel punteggio finale ottenuto. Essere inseriti nel Leadership Index per il quarto anno e’ un riconoscimento del nostro continuo impegno e dei risultati ottenuti”. All’inizio di quest’anno Boeing ha annunciato di aver superato la prima serie di obiettivi ambientali – riducendo le emissioni di anidride carbonica del 9%, il consumo di energia del 3%, la produzione di rifiuti pericolosi del 18% e il consumo d’acqua del 3%, nel periodo compreso tra il 2007 e il 2012. Nello stesso intervallo di tempo, Boeing ha incrementato la produzione del 50%. Con una straordinaria prospettiva di crescita all’orizzonte, Boeing ha anche definito nuovi target ambientali, come una crescita carbon-neutral nei prossimi cinque anni. L’indice CDP, redatto da PwC, mette in evidenza le compagnie che hanno mostrato una strategia e una performance onnicomprensiva relativamente al cambiamento climatico. Alle compagnie viene assegnato un punteggio fino a 100 in base alla completezza e alla qualita’ delle proprie presentazioni e solo quelle che raggiungono un punteggio che rientra nel primo 10% vi vengono incluse. I punteggi elevati nell’indice indicano la fornitura di una solida misurazione dei gas serra, la riduzione dell’impronta ambientale e una buona conoscenza delle questioni legate al cambiamento climatico che interessano l’azienda. “Le compagnie americane che raggiungono un punteggio abbastanza elevato da essere incluse nel Climate Disclosure Leadership Index rispondono a quella richiesta per la responsabilita’ climatica aziendale”, ha detto Paul Simpson, CEO di CDP. “Queste aziende hanno dimostrato le pratiche migliori nella misurazione delle emissioni di gas serra e dell’utilizzo di energia, nonche’ la trasparenza della loro strategia di cambiamento climatico”. (AGI) Red/Ila

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta