Ambiente: arriva progetto "Capri Smart Island"


(AGI) – Napoli, 11 giu. – Un’isola ‘verde’ e ‘intelligente’, dove la mobilita’ marittima e terrestre sfrutta l’energia elettrica, recuperata anche dai rifiuti, e l’illuminazione stradale raccoglie dati sul meteo e sul livello di sicurezza. E’ il progetto ‘Capri smart island’, realizzato dalla fondazione Matching Energies in collaborazione con il Cnr, le universita’ di Napoli e Genova e il Politecnico di Milano. Con l’idea presentata nel corso di un convegno sulle smart cities organizzato dal Corriere del Mezzogiorno e da Corriere Innovazione, l’isola azzurra diventerebbe la prima in Europa basata su un modello ecosostenibile, migliorando cosi’ la fruibilita’ e la qualita’ ambientale. Lo studio di fattibilita’, offerto gratuitamente al Comune di Capri e finanziabile con risorse europee, prevede un sensor network che gestisca la mobilita’ pubblica, la produzione e distribuzione di energia rinnovabile e l’ecobuilding. Il sogno sarebbe quello di accompagnare i turisti nella Grotta azzurra con imbarcazioni alimentate elettricamente o allertare in tempo reale le forze dell’ordine per l’abbandono di rifiuti in zone vietate. “Occorre un cambio sostanziale di mentalita’ – dice il presidente del Cnr, Luigi Nicolais – ponendo alla base dell’innovazione l’idea della condivisione”. Le comunita’ intelligenti possono essere “un tema chiave per un nuovo modello di sviluppo del Sud – sottolinea in un videomessaggio il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti – legando l’innovazione alle opportunita’ di sviluppo gia’ presenti sul territorio, come la cultura o il turismo”. (AGI) na4/Pit

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta