100% rinnovabili? Per Cina, Giappone e Corea sarebbe l'opzione più economica


Redazione Qualenergia.it

Un sistema energetico al 100% a rinnovabili per il Nord-Est dell’Asia è “un’opzione reale” e per ridurre le emissioni costerebbe il 30-40% in meno rispetto a puntare su nucleare e fossili con CCS. Lo sostiene uno studio nato dalla collaborazione tra la finlandese Lappeenranta University e altri centri di ricerca in Giappone, Mongolia e Corea del Sud.

Immagine Banner: 

“Un sistema energetico al 100% a fonti rinnovabili per il Nord-Est dell’Asia non è wishful thinking ma una reale opzione grazie al calo dei costi delle tecnologie per le rinnovabili e lo storage”. Lo si legge nelle conclusioni di un nuovo studio nato dalla collaborazione tra università finlandesi, giapponesi, mongole e sudcoreane. Non solo, per decarbonizzare il sistema puntare tutto su fotovoltaico, eolico e le altre fonti pulite sarebbe molto più economico e sicuro rispetto ad investire su nucleare e cattura della CO2.

leggi tutto

Powered by WPeMatico

Lascia una risposta